Pubblicato il 7 febbraio 2015 in A Formentera | Nessun commento

A FORMENTERA – i miei personaggi scalpitano

Mi compaiono in sogno, sono parti di me, piezz’é core, e come tali vengono a farmi visita quando meno me li aspetto e mi parlano.
Hanno le loro pretese, i miei personaggi.
Sono sette, i principali, almeno.
Un autore, cioè me, lo hanno trovato. È solo che ora vogliono uscire allo scoperto, diventare grandi, indipendenti, andare per il mondo e confrontarsi con la vita reale dei libri.
Sperano di incontrare un sacco di gente, occhi famelici di conoscere le loro avventure, i loro piccoli tormenti e il loro grande senso dell’umorismo.
Maria Sol è la più tosta di tutti, è spudorata, i freni inibitori si sono consumati con l’ultima derapata sulla spiaggia e mi incalza, alle volte anche in modo ossessivo:

- Quando pubblichi?
- Quando usciamo?
- Quando saremo disponibili sulle librerie virtuali?

Ho cercato di spiegarle che ho trascorso tutto il sabato a copiare il testo sul programma che permette di creare il formato ideale per i libri elettronici, ma nulla.
Ho come la sensazione che a lei del mio impegno non importi nulla.
Le ho proposto di uscire a farci una birra, ma è un argomento che non ha presa con lei che fa la barista: quando termina il suo turno vuole svagarsi in altro modo.
Così l’ho portata al cinema: lo spettacolo, una commedia, non è stato di suo gradimento.
Suggerimenti per tenerla tranquilla mentre finisco il mio lavoro?

Lascia un Commento